Origini carte da gioco

Le carte da gioco (quelle che vengono usate anche in Italia per giocare a briscola, poker ecc.) furono inventate in Francia nel 1392 per uso personale del re Carlo VI quando era malato di mente. L’inventore delle carte da gioco era un uomo con seri problemi psichici e malvagio, che si prendeva gioco di Dio e dei suoi comandamenti. Scelse personaggi biblici per la sua invenzione malefica:

IL RE RAPPRESENTA IL DIAVOLO
LA DONNA RAPPRESENTA MARIA MADRE DI GESU’
CUORE E ASSO RAPPRESENTAO IL SANGUE DEL NOSTRO SIGNORE
IL FANTE RAPPRESENTA IL SIGNORE STESSO…
LA CARTA DI FIORI E ALTRI SEGNI SIMBOLIZZANO LA PERSECUZIONE E LO STERMINIO DI TUTTI I SANTI.

L’inventore esprimeva il suo rifiuto per i 10 comandamenti (numero delle carte stesse); ecco perchè chi conosce le origini delle carte capisce anche l’influenza diabolica che caratterizza chi gioca. Nei paesi occidentali più del 90% delle persone si danno al gioco di carte: poker, bridge, canasta, ecc. La storia della magia è nata dallo sviluppo delle carte da gioco. Molti dei giocatori di carte, NON A CASO, sono dei bestemmiatori.

(tratto da: SENTIERO CRISTIANO)

Origini carte da giocoultima modifica: 2009-07-07T15:02:55+02:00da mikdim
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Origini carte da gioco

Lascia un commento